home

Programma

2012

Dal 10 al 19 agosto dalle ore 20.00 – “Taverna della Luna”

Storico appuntamento con il gusto. Apertura della trentennale osteria “Taverna della Luna”, che gode di un balcone panoramico sottostante il maestoso Palazzo del Popolo. Come da tradizione, la taverna propone piatti tipici dell’epoca. Niente è lasciato al caso: dall’uso di ingredienti esistenti in età precolombiana, all’uso di piatti e bicchieri in terracotta, fino al servizio in costume d’epoca. Tutto è pensato per far vivere all’ospite l’autentico sapore del passato. I commensali verranno deliziati da spettacoli di danza del ventre e di giocoleria, dagli abili e audaci mangiafuoco, da spericolati trampolieri che si esibiranno in spettacolari performance a ritmo di musica.

Prenotazione consigliata al numero 393 1298775.

In caso di maltempo la cena verrà allestita nell’antica Sala a Botte.

 

14 agosto, dalle ore 20 – “In Taberna Quando Sumus”

“…Quando siamo alla Taverna non ci importa più del mondo…”

Il gruppo di rievocazione “Errabundi musici” allieterà la cena alla Taverna della Luna  attraverso uno spettacolo unico e coinvolgente. A contraddistinguere questo team di musicanti è l’elaborata ricerca di suoni e ritmi antichi, ma anche il loro spirito nel coinvolgere gli spettatori in balli di gruppo e giochi dal gusto sempre goliardico e divertente.

 

Dal 16 al 19 agosto, dalle ore 18 alle 24 – “Il medioevo…che ritorna”

La manifestazione entra nel vivo. Varcato l’ingresso del percorso posto di fronte al loggiato di via Roma, il paese si tuffa nell’atmosfera del suo passato. Si inizia con la bottega del cambio, in una caratteristica grotta, nella quale il visitatore potrà cambiare la propria moneta con il “denaro” necessario per mangiare o fare acquisti all’interno del “Castrum”; non prima però di aver visto un abile artigiano intento nella produzione del cosiddetto “conio”, ossia la realizzazione delle monete secondo le pratiche del passato. Si prosegue lungo i vicoli e le scalinate del borgo, le piazzette che prendono vita grazie a spettacoli di danza e di mangiafuoco, combattimenti di scherma antica, cantastorie, streghe, strani personaggi del tempo, animazione con trampoli e giocoleria. Il turista potrà apprezzare l’arte degli antichi mestieri sapientemente riprodotti: il vasaio, il cestaio, il miniato, l’erborista, il farmacista, la rilegatura, la tessitura, il pellaio, la tintura, la tessitura, il fabbro, il falegname e molti altri.  Il percorso si snoda tra le vie fino ad arrivare alla Piazza delle Feste. Per la cena, il visitatore potrà scegliere se sedere alla “Taverna della Luna” e degustare un pasto completo o fermarsi nelle osterie dislocate lungo l’itinerario dove poter assaporare veloci spuntini e sorseggiare un bel bicchiere di cervogia servito da operosi monaci.

 

 

 

 

19 agosto, dalle ore 20 – “Banchetto di Robin Hood”

Per i più piccoli sarà allestita, nell’antica Sala a Botte, una cena a buffet. L’iniziativa è pensata per i bambini fino a 10 anni, che possono indossare vestiti medievali e divertirsi con giochi originali e d’abilità, tra cui il tiro con l’arco. I piccoli commensali saranno seguiti da un gruppo di animatrici qualificate. Prenotazione obbligatoria al numero 393 1298775