Castrum Sarnani

Si dia cominciamento a li festeggiamenti

in onore de la libera comunanza de Sarnano

et in onore de li liberi cittadini, omini et madonne,

che dimorano entro et fora le mura.

Per giorni quattro, sia concesso ad ognuno

di facere musiche et balli, banchetti et hostarie,

jochi e tenzon d'arme per le vie et su le piazze

de lo comune de Sarnano.

 

Castrum Sarnani nasce dalla volontà dell' Associazione Tamburini del Serafino di riportare l’antico Borgo al suo fascino originario attraverso la cultura, i sapori e le emozioni che hanno caratterizzato l’epoca medievale. Nel 2005 l'associazione inizia un lavoro di animazione nel centro storico in occasione del Palio del Serafino con lo spettacolo Echi di Guerra riproposto anche nel 2006. Nel 2007 i Tamburini del Serafino mettono in scena Radices, la storia del Comune di Sarnano. Sulla scia di un entusiasmo crescente nel 2008 si organizza la prima edizione di "Castrum Sarnani, il medioevo...che ritorna".

Castrum Sarnani, giunta ormai alla XI edizione porta visitatori e turisti ad un vero e proprio salto nel passato, si può attraversare il centro storico di Sarnano in compagnia di giullari, ballerini, dame e cavalieri. Le piazze e i vicoli prendono vita grazie a spettacoli di danza e di mangiafuoco, combattimenti di scherma antica, animazione con trampoli e giocoleria. Ancora oggi, la parte alta del paese conserva la storia di un Medioevo affascinante e il percorso proposto, dal loggiato di via Roma fino al maestoso Palazzo del Popolo e ritorno, offre la possibilità di rivivere da vicino il fascino di quell’epoca. La degustazione di piatti tipici medievali preparati da osterie e taverne, che servono l’ospite secondo le usanze di quei secoli, rendono l’atmosfera ancor più magica e suggestiva. Il visitatore diviene l’abitante di un piccolo villaggio Medioevale attraverso la conversione dell’euro con l’antica moneta coniata appositamente per l’occasione, il cambio del proprio vestito con un costume d’epoca realizzato artigianalmente e l’itinerario degli antichi mestieri. Una festa unica in un luogo unico, che ha il sapore d’altri tempi.