home

Castrum Sarnani 2014

fronte

Vieni con noi ! ! !

Ti piacerebbe vestire abiti medievali e aggregarti senza spese a noi ?

Ti piacerebbe entrare nel gruppo tamburini o nell'organizzazione dei nostri spettacoli ed eventi?

Hai delle abilità che vorresti mettere alla prova?

Hai una banchetto di vendita di oggetti a tema e ti piacerebbe partecipare alle nostre iniziative? Per soggiornare abbiamo interessantissime convenzioni con alcuni dei tanti alberghi della cittadina.

o anche se vuoi semplicemente uscire dalla routine e fare nuove amicizie...

...contattaci senza esitare o inviaci una mail per poterti conoscere meglio!

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Castrum Sarnani

Si dia cominciamento a li festeggiamenti

in onore de la libera comunanza de Sarnano

et in onore de li liberi cittadini, omini et madonne,

che dimorano entro et fora le mura.

Per giorni quattro, sia concesso ad ognuno

di facere musiche et balli, banchetti et hostarie,

jochi e tenzon d'arme per le vie et su le piazze

de lo comune de Sarnano.

 

Castrum Sarnani nasce dalla volontà dell' Associazione Tamburini del Serafino di riportare l’antico Borgo al suo fascino originario attraverso la cultura, i sapori e le emozioni che hanno caratterizzato l’epoca medievale. Nel 2005 l'associazione inizia un lavoro di animazione nel centro storico in occasione del Palio del Serafino con lo spettacolo Echi di Guerra riproposto anche nel 2006. Nel 2007 i Tamburini del Serafino mettono in scena Radices, la storia del Comune di Sarnano. Sulla scia di un entusiasmo crescente nel 2008 si organizza la prima edizione di "Castrum Sarnani, il medioevo...che ritorna".

Castrum Sarnani, giunta ormai alla XI edizione porta visitatori e turisti ad un vero e proprio salto nel passato, si può attraversare il centro storico di Sarnano in compagnia di giullari, ballerini, dame e cavalieri. Le piazze e i vicoli prendono vita grazie a spettacoli di danza e di mangiafuoco, combattimenti di scherma antica, animazione con trampoli e giocoleria. Ancora oggi, la parte alta del paese conserva la storia di un Medioevo affascinante e il percorso proposto, dal loggiato di via Roma fino al maestoso Palazzo del Popolo e ritorno, offre la possibilità di rivivere da vicino il fascino di quell’epoca. La degustazione di piatti tipici medievali preparati da osterie e taverne, che servono l’ospite secondo le usanze di quei secoli, rendono l’atmosfera ancor più magica e suggestiva. Il visitatore diviene l’abitante di un piccolo villaggio Medioevale attraverso la conversione dell’euro con l’antica moneta coniata appositamente per l’occasione, il cambio del proprio vestito con un costume d’epoca realizzato artigianalmente e l’itinerario degli antichi mestieri. Una festa unica in un luogo unico, che ha il sapore d’altri tempi.

 

 
 
 
 

Programma

2012

Dal 10 al 19 agosto dalle ore 20.00 – “Taverna della Luna”

Storico appuntamento con il gusto. Apertura della trentennale osteria “Taverna della Luna”, che gode di un balcone panoramico sottostante il maestoso Palazzo del Popolo. Come da tradizione, la taverna propone piatti tipici dell’epoca. Niente è lasciato al caso: dall’uso di ingredienti esistenti in età precolombiana, all’uso di piatti e bicchieri in terracotta, fino al servizio in costume d’epoca. Tutto è pensato per far vivere all’ospite l’autentico sapore del passato. I commensali verranno deliziati da spettacoli di danza del ventre e di giocoleria, dagli abili e audaci mangiafuoco, da spericolati trampolieri che si esibiranno in spettacolari performance a ritmo di musica.

Prenotazione consigliata al numero 393 1298775.

In caso di maltempo la cena verrà allestita nell’antica Sala a Botte.

 

14 agosto, dalle ore 20 – “In Taberna Quando Sumus”

“…Quando siamo alla Taverna non ci importa più del mondo…”

Il gruppo di rievocazione “Errabundi musici” allieterà la cena alla Taverna della Luna  attraverso uno spettacolo unico e coinvolgente. A contraddistinguere questo team di musicanti è l’elaborata ricerca di suoni e ritmi antichi, ma anche il loro spirito nel coinvolgere gli spettatori in balli di gruppo e giochi dal gusto sempre goliardico e divertente.

 

Dal 16 al 19 agosto, dalle ore 18 alle 24 – “Il medioevo…che ritorna”

La manifestazione entra nel vivo. Varcato l’ingresso del percorso posto di fronte al loggiato di via Roma, il paese si tuffa nell’atmosfera del suo passato. Si inizia con la bottega del cambio, in una caratteristica grotta, nella quale il visitatore potrà cambiare la propria moneta con il “denaro” necessario per mangiare o fare acquisti all’interno del “Castrum”; non prima però di aver visto un abile artigiano intento nella produzione del cosiddetto “conio”, ossia la realizzazione delle monete secondo le pratiche del passato. Si prosegue lungo i vicoli e le scalinate del borgo, le piazzette che prendono vita grazie a spettacoli di danza e di mangiafuoco, combattimenti di scherma antica, cantastorie, streghe, strani personaggi del tempo, animazione con trampoli e giocoleria. Il turista potrà apprezzare l’arte degli antichi mestieri sapientemente riprodotti: il vasaio, il cestaio, il miniato, l’erborista, il farmacista, la rilegatura, la tessitura, il pellaio, la tintura, la tessitura, il fabbro, il falegname e molti altri.  Il percorso si snoda tra le vie fino ad arrivare alla Piazza delle Feste. Per la cena, il visitatore potrà scegliere se sedere alla “Taverna della Luna” e degustare un pasto completo o fermarsi nelle osterie dislocate lungo l’itinerario dove poter assaporare veloci spuntini e sorseggiare un bel bicchiere di cervogia servito da operosi monaci.

 

 

 

 

19 agosto, dalle ore 20 – “Banchetto di Robin Hood”

Per i più piccoli sarà allestita, nell’antica Sala a Botte, una cena a buffet. L’iniziativa è pensata per i bambini fino a 10 anni, che possono indossare vestiti medievali e divertirsi con giochi originali e d’abilità, tra cui il tiro con l’arco. I piccoli commensali saranno seguiti da un gruppo di animatrici qualificate. Prenotazione obbligatoria al numero 393 1298775

 

 

Altri articoli...

  1. Radices
  2. Il percorso
  3. Eventi